Lipofilling al viso



Tutto quello che devi sapere sul trapianto di grasso nel ringiovanimento e nell'aumento dei volumi del viso. Ti descriviamo la tecnica "classica" e le nostre variazioni.


Cos'è il lipofilling?

Consiste nel trapianto di grasso autologo - cioè prelevato da un cuscinetto di grasso dello stesso paziente - e iniettato con sottili cannule nelle zone riceventi, che a livello del viso sono:

  • Rughe
  • Solchi
  • Zigomi
  • Labbra
  • Naso
  • Tempie
  • Mento
  • Mandibola
  • Cicatrici da acne

E' in assoluto la metodica di chirurgia estetica minimamente invasiva che ci ha dato i migliori risultati e soprattutto i più naturali: i solchi naso labiali, gli zigomi e le guance vengono riempiti senza stravolgere i lineamenti come spesso avviene con l'uso eccessivo di filler (acido Ialuronico o altro) o di protesi sintetiche. Oltre a correggere la perdita di sostanza e lo scivolamento verso il basso dei tessuti che si è verificato col passare degli anni, è possibile infiltrare le cicatrici introflesse, anche quelle prodotte dall'acne. Con il passare degli anni abbiamo messo a punto tecniche sempre più efficaci per enfatizzare i miglioramenti ottenibili e la durata del trattamento (utilizzo di fattori di crescita piastrinica, laser ablativi frazionati, Nanofat, ecc.)



Il nostro protocollo prevede due fasi...

  • PRIMA FASE: MINILIPOSCULTURA LASER-ASSISTITA - Una volta individuata la zona donatrice bisogna decidere se è necessario rimodellarla adeguatamente oppure se è sufficiente limitarsi a prelevare le piccole quantità di grasso necessarie alla nostra correzione. Se siamo in presenza di un "odiato" cuscinetto di grasso consigliamo alla paziente di associare una miniliposcultura laser-assistita, che ci permetterà nella stessa seduta di migliorare tanto la silhouette corporea quanto di correggere l'inestetismo a carico del viso. In ogni caso, dopo aver infiltrato nella zona donatrice l'anestetico diluito in soluzione fisiologica refrigerata (soluzione di Klein) con aghi sottilissimi, si procede all'aspirazione del grasso con idonee mini cannule multiforo montate su una siringa in aspirazione. Aspirata la giusta quantità di grasso si esegue na medicazione elastocompressiva andrà tenuta per qualche giorno. Non sono necessari punti di sutura.
  • SECONDA FASE: INFILTRAZIONE DEL GRASSO - Il grasso estratto viene purificato o mediante centrifugazione o semplicemente tramite lavaggi ripetuti in soluzione fisiologica. In entrambi i casi il grasso non viene a contatto con l'aria e i due metodi si equivalgono ai fini della sopravvivenza delle cellule adipose. A questo punto viene trasferito in siringhe più piccole e infiltrato goccia a goccia nella zona ricevente con sottilissime cannule tecnologicamente all'avanguardia (Tulip).

I risultati a distanza? Possono essere permanenti; a volte si rendono necessarie nel tempo piccole infiltrazioni, altre volte addirittura più passano i mesi e più i risultati migliorano forse in virtù delle nostre care amiche:le cellule staminali.


Variazioni di tecnica

1 - Lipofilling in associazione a fattori di crescita piastrinici

2 - Lipofilling in associazione a laser ablativo frazionato

Il nostro laser frazionale di ultima generazione, associato a radiofrequenza bipolare, oltre a migliorare la "Skin Quality" (tono cutaneo, piccole rughe, macchie), se utilizzato in associazione al lipofilling permette una correzione più valida e duratura delle zone infiltrate col tessuto adiposo. Conviene eseguire il trattamento laser circa 15 giorni prima del lipofilling e ripetere la seduta a distanza di 6-12 mesi.

3 - Nanofat (cellule staminali da grasso micronizzato)

Consiste in una biorivitalizzazione "di lusso". Infatti, invece di usare le solite sostanze biorivitalizzanti (acido Ialuronico non cross-linkato, aminoacidi, vitamine, ecc.) possiamo ricorrere allo stesso grasso della paziente fluidificato grazie ad una speciale procedura brevettata da Tulip. Il tessuto adiposo così ottenuto potrà essere infiltrato con gli stessi sottilissimi aghi della classica biorivitalizzazione, in tutte le aree del viso, anche le più delicate: regione perioculare, piccole rughe del labbro superiore, del vermiglione, della fronte, piccole cicatrici da acne, ecc.. Questa metodica, grazie all'elevato contenuto in cellule staminali, è da considerarsi il trattamento principe nella medicina e nella chirurgia rigenerativa.


Casi clinici


Vantaggi

  • Non vengono iniettate sostanze estranee
  • è una metodica chirurgica minimamente invasiva proiettata nel futuro in considerazione della presenza significativa di cellule staminali nel tessuto adiposo
  • i miglioramenti estetici sono assolutamente naturali
  • è possibile in un unico intervento rimodellare il profilo corporeo e ringiovanire il volto

Svantaggi

  • Le cellule adipose potrebbero non attecchire, come può capitare anche a te quando trapianti i gerani da un vaso all'altro. In questo caso si assisterebbe a un riassorbimento quasi immediato e a un risultato nullo. Per fortuna ciò avviene molto raramente. Più frequenti i riassorbimenti parziali che richiedono piccoli ritocchi.


Vedi anche...


La tua Chirurgia Estetica Minimamente Invasiva


Piazza Trento 2 - Catania

 095 447465 per appuntamento