PRP

I fattori di crescita piastrinici sono piccole proteine appartenenti al gruppo delle citochine che determinano, una volta iniettati, una stimolazione cellulare. La tecnica di utilizzazione semplificando è la seguente: si esegue un prelievo di sangue e si procede alla sua centrifugazione in idonee provette; si ricava così un plasma ricco di piastrine (PRP) che si inietta poi con sottilissimi aghi in tutto il viso ma anche nel collo e nelle mani. In settima giornata avverrà un'importante stimolazione dell'angiogenesi che porterà alla rigenerazione di tessuto giovane e, dopo circa due mesi alla neoformazione di collagene di terzo tipo reticolare che è tipico dell'età giovanile a differenza del collagene ottenibile con altre tecniche che è di primo tipo,fibrotico, tipico dell'invecchiamento.

Pertanto i fattori di crescita, pur non essendo ancora l'Elisir di Giovinezza, costituiscono sicuramente un passo importante nell'ambito di quella Medicina Rigenerativa che dovrebbe sostituirsi in tutto o in parte alle tante metodiche ancora piuttosto "primitive" dei giorni nostri.

VANTAGGI: Fattori di crescita piastrinici, cellule staminali, medicina rigenerativa: il futuro.

SVANTAGGI: Bisogna fare attenzione alle aspettative irrealistiche di molti pazienti: dopo una sola seduta una settantacinquenne inviperita irrompe in studio affermando che "queste piastrine" su di lei non hanno funzionato; e a riprova mi mostra una fototessera ingiallita di quando lei aveva 19 anni.


biorivitalizzazione e biostimolazione

Sono le classiche punturine che non si negano a nessuno per rinfrescare un po' il viso e il collo. Ma attenzione, si tratta pur sempre di un atto medico non del tutto incruento. Attenti soprattutto ai tanti prodotti presenti sul mercato: molti non dovrebbero essere iniettati (validati solo per uso topico), altri sono addirittura pericolosi. Contengono in genere acido ialuronico poco concentrato, vitamine e aminoacidi.

I risultati non possono certamente definirsi eclatanti a meno di non inserire tali trattamenti in un protocollo che preveda trenta giorni prima la somministrazione ravvicinata di Fattori di Crescita Piastrinici. In questo caso la stimolazione intradermica di aminoacidi e tampone bicarbonato fornirebbero ai fibroblasti che sono in quel momento al massimo della loro attività biologica i precursori necessari per formare acido ialuronico di tipo giovanile e collagene.


La tua Chirurgia Estetica Minimamente Invasiva


Piazza Trento 2 - Catania

 095 447465 per appuntamento