chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica


La chirurgia plastica  (dal greco plastikos, ossia "plasmare", "modellare") è una branca della chirurgia che si propone di correggere e riparare i difetti morfologico-funzionali o le perdite di sostanza di svariati tessuti (cute, sottocute, fasce, muscoli, ossa, ecc.) sia congenite, che secondarie a traumi, neoplasie o malattie degenerative. 

 

Aldo Majani (MIAS) con Philippe Levan (Direttore dell'Unità Operativa di Chirurgia Plastica dell'Ospedale Saint Joseph a Parigi)
Aldo Majani (MIAS) con Philippe Levan (Direttore dell'Unità Operativa di Chirurgia Plastica dell'Ospedale Saint Joseph a Parigi)

La chirurgia plastica è una delle poche specializzazioni chirurgiche non "distrettuali" o di "apparato" opera quindi su qualsiasi distretto corporeo. La chirurgia plastica può essere suddivisa in due grandi sub-specializzazioni: la CHIRURGIA RICOSTRUTTIVA che comprende la chirurgia della testa-collo, la chirurgia della mammella, la chirurgia della mano, il rimodellamento corporeo (il cosiddetto body-contouring), la chirurgia degli arti inferiori, la chirurgia delle ustioni, la Microchirurgia; la CHIRURGIA ESTETICA O COSMETICA, che ne rappresenta una branca e non esiste come specializzazione isolata.

Qual’è la differenza tra chirurgia ricostruttiva e chirurgia estetica?

La chirurgia plastica è una branca unica, e da un punto di vista tecnico le procedure chirurgiche sono assolutamente sovrapponibili.

La reale differenza tra ricostruttiva ed estetica risiede neli obiettivi, che nella prima sono tre:

  • ricostruire una parte del corpo
  • migliorarne la funzionalità
  • ottenere un risultato estetico ottimale  (un’amputazione di pollice ad esempio altera funzionalmente l’anatomia della mano, la sua funzionalità, e la sua estetica ed è su queste tre alterazioni che la strategia ricostruttiva dovrà concentrarsi)

La Chirurgia Estetica interviene invece su parti integre e funzionali e si pone come unico obiettivo il miglioramento estetico, facendo un bilancio con i desideri del paziente: la presenza di borse palpebrali non ha alcun tipo di impicazione funzionale, sebbene chirurgicamente si tratti di un’intervento che  sfrutta i tempi delle medesime tecniche ricostruttive dell’area orbito-palpebrale.

Come si diventa specialisti in Chirurgia Plastica in Italia?

Dopo aver conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia i neo-medici devono affrontare un concorso nazionale per accedere alla scuola di specializzazione prescelta. La Chirurgia Plastica rappresenta una delle specializzazioni più ambite ed ogni anno in tutta Italia vengono selezionati un numero inferiore a 40 medici specializzandi (“resident”) che firmano un contratto a tempo pieno con l’Università  della durata di 5 anni, durante i quali ogni giorno devono svolgere attività clinica e operatoria presso reparti ospedalieri di Chirurgia Plastica. Di questi 5 anni un periodo di 18 mesi è consentito all’estero per completare a 360 gradi il percorso formativo.

È evidente dunque che non parliamo ne di un master nè di un corso privato, che invece richiedono il pagamento di una quota da parte dell’iscritto: la Scuola Universitaria in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica forma specialisti che abbiano acquisito conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nel campo della fisiopatologia, clinica e terapia delle malformazioni, dei traumi, delle neoplasie e di tutte le altre patologie che provocano alterazioni morfologiche e funzionali nonché nelle tecniche chirurgiche con implicazioni e finalità di carattere estetico.


La nostra Chirurgia Estetica Mini-Invasiva

Il nostro centro è un Ambulatorio Chirurgico dotato di una sala operatoria autorizzata dagli enti sanitari di sorveglianza

 

La nostra filosofia prevede la minima invasività possibile per raggiungere risultati ottimali. Crediamo fermamente che ogni singola cicatrice debba essere evitata se esiste una procedura medica che consente un risultato estetico paragonabile alla chirurgia e, quando proprio non se ne può fare a meno, cerchiamo di ottenere il massimo del risultato con piccole cicatrici nascoste ed invisibili, ottenute grazie alla cura che il chirurgo plastico dedica alla perfezione tecnica del suo operato ma anche con l'aiuto alla tecnologia di cui il nostro ambulatorio dispone (laser, radiofrequenza, dispositivi meccanici di ultima generazione). 

Ovviamente ci occupiamo anche di chirurgia più invasiva, che richiede tempi operatori più dilungati e una degenza post-operatoria, ma lo facciamo a malincuore e come ultima spiaggia, dopo avere valutato accuratamente il caso e aver discusso col il paziente quello che definiamo rapporto cicatrici/benefici:

 

In questo sito non parleremo di prezzi, siamo medici e non commercianti, non vendiamo trattamenti ma ci prendiamo cura di voi a 360° da un punto di vista medico. Riteniamo poco professionale indicare prezzi in chirurgia plastica. Infatti ogni paziente è unico ed ha delle problematiche peculiari che variano notevolmente da persona a persona e che richiedono un lavoro differente da caso a caso.

Vuoi essere MIAS?


La tua Chirurgia Estetica Minimamente Invasiva


Piazza Trento 2 - Catania

 095 447465 per appuntamento