diagnostica tricologica


Microscopia tricologica in luce polarizzata

Attraverso la tecnica della microscopia in luce polarizzata è possibile avere una serie di importanti vantaggi nella diagnosi delle problematiche tricologiche:

– informazioni sul ciclo vitale del bulbo;
– valutare nei dettagli il processo di cheratinizzazione;
– indagare le alterazioni della midollare, delle guaine e della cuticola del capello, anche indotte da trattamenti cosmetologici inadeguati;

– valutare i  miglioramenti indotti dalla terapia medica



Videodermatoscopia

La DERMATOSCOPIA e la VIDEODERMATOSCOPIA AD EPILUMINESCENZA sono tecniche che permettono l’ ingrandimento delle lesioni pigmentate e l’ analisi dettagliata della loro struttura. Una corretta diagnosi è fondamentale per decidere il trattamento ideale delle neoformazioni cutanee più comuni.

 

Per la calvizie la dermatoscopia è di fondamentale ruolo diagnostico in quanto consente di rilevare sia le anomalie del capello che le anomalie del cuoio capelluto. Per quanto concerne i capelli valuta soprattutto il diradamento e la variazione del diametro che è patologica quando la percentuale di capelli di dimensioni ridotte è superiore al 25%. Le alterazioni del cuoio capelluto, rilevabili alla videodermatoscopia sono soprattutto l'infiammazione, le pigmentazioni e la presenza di follicoli vuoti, cioè le zone dove prima dell'insorgenza della patologia emergevano i capelli. 



MIAS-Meter

Dal momento che possono essere previste più sedute di trapianto di capelli abbiamo ideato uno strumento che ci permette di stabilire con esattezza la posizione della zona di prelievo e della zona ricevente. Si tratta di un doppio metro scorrevole che, adeguatamente posizionato in due punti di repere fissi, ci permette di suddividere il cuoio capelluto in una sorta di scacchiera in cui tutte le aree riceventi trattate nelle sedute precedenti sono facilmente individuabili. 



La tua Chirurgia Estetica Minimamente Invasiva


Piazza Trento 2 - Catania

 095 447465 per appuntamento